Search
  • Elena Nutrizionista

Baccalà della nonna Lina


Non ho avuto tempo a 16 anni di imparare i piatti di nonna. O forse non ne avevo voglia, davo per scontato che l'avrei fatto prima o poi, ma la vita è stata ingiusta. Fortuna che ci pensa mamma ad insegnarmi quel che la mia bocca ricorda molto bene, ma che la mente non immagina neanche. Siamo sempre pronti a mangiare perché siamo tristi, felici, arrabbiati, annoiati, depressi, frustrati.. Ed io cerco sempre (nei limiti del mio lavoro, non sono psicologa e lo sapete) di farvi ragionare sulla natura di questa emozione per poterla affrontare. Ma oggi, per una volta, non voglio analizzare niente. Oggi cibo ed emozioni si uniscono per una buona causa, ricordare. Non che io abbia mai dimenticato, ma boccone dopo boccone si accende un fuoco dentro di me. Come se fosse ancora qui, con me. Che poi nonna è con me tutti i giorni ❤️

500g di filetto di baccalà dissalato 600 ml di latte 1/4 di cipolla bianca Un bicchiere e mezzo di vino bianco 3 cucchiai di salsa di pomodoro Pepe Prezzemolo

Pulire il baccalà dalle squame, eliminare le spine e tagliarlo a pezzi grandi poco meno di una mano. In una pentola antiaderente (o di coccio, meglio) far soffriggere la cipolla tagliata fine, aggiungere il baccala e lasciar dorare dalla parte della pelle a fuoco alto. Dopo 3-4 minuti delicatamente girare il baccalà, lasciar dorare e rigirare dalla parte della pelle. Sfumare il vino bianco, aggiungere il sugo e mescolare. A questo punto aggiungere il latte ed il pepe mescolando molto molto delicatamente. Pepare ed abbassare la fiamma, coprire con il coperchio e lasciar cuocere per un'oretta mescolando di tanto in tanto (se si straccia il latte non preoccupatevi, mescolate di tanto in tanto).

#ricettedelcuore #baccalà #baccalàallavicentina

0 views

Saronno

Legnano

Seveso

Elena Tramacere

Biologa Nutrizionista

  • Facebook
  • Instagram Icona sociale

© 2017 by Elena Tramacere. All Right Reserved