Search
  • Elena Nutrizionista

Fantasia scaccia noia


Maria: "Sempre pasta al sugo, al pesto,al ragù...mi sono un po' stufata di mangiare le stesse cose"

Io: "come ti andrebbe di mangiarla?"

Maria: "mmm...al forno! Con quella bella crosticina..."

Sapete che parto sempre da quello che mi riferite in studio per fare delle riflessioni, perchè possa dare consigli che partono da problemi reali evitando la pappardella delle lezioni di alimentazione.

Perchè Maria si è privata della pasta al forno senza che io le dicessi niente? Perchè è un piatto che associa automaticamente a qualcosa di ipercalorico.

Eppure, con piccoli accorgimenti, potrebbe essere uguale a livello calorico ad un piatto di pasta classico.

Come fare?

1. Scegliere delle verdure! Il sugo, delle zucchine, degli asparagi, melanzane...via libera alla fantasia! Queste daranno sapore e aumenteranno il volume del piatto, così l'occhio sarà sazio anche con piccole quantità di pasta.

2. Scegliere una fonte proteica, massimo due: da me in Salento la pasta al forno è un piatto di Natale fatto con sugo, mozzarella, prosciutto cotto, uova sode, polpettine fritte, grana grattugiato...insomma non esattamente light, infatti si mangia in occasioni particolari di festa.

Se volessi farla più spesso utilizzerei della mozzarella e del prosciutto,oppure del grana e dei ceci..

Magari ma mozzarella potrei farla a cubetti piccoli e tenerne una parte per la superficie così da ottenere la crosticina che faceva gola a Maria.

3. Erbe aromatiche e/o spezie come se piovesse! Zafferano, timo, basilico, origano...Aggiungono sapore limitando l'uso del sale!

Allora, vi ho convinto?

#pastaalforno

0 views

Saronno

Legnano

Seveso

Elena Tramacere

Biologa Nutrizionista

  • Facebook
  • Instagram Icona sociale

© 2017 by Elena Tramacere. All Right Reserved