• Elena Nutrizionista

accettarsi, amarsi

Vorrei dire alla me di tanti anni fa, alla me di ieri ed alla me di domani che va bene così.

Che forse quei kg in più neanche ci sono e se ci sono non la definiscono.

Che il sedere non le impone dei limiti.

Vorrei dirle di andare a quella festa anche se non si è fatta perfettamente i peli e che si divertirà da matti!

Vorrei dirle che la gente che sta bene con sè stessa nota solo il sorriso, mentre chi la giudica ha sempre un problema con sè stesso.

E di smetterla di fare paragoni assurdi apposta per sentirsi più brutta, perché è da stupidi.

Che non serve fare tutto quell'allenamento se non ne ha voglia, perché tanto la cellulite ce l'abbiamo tutti.

Che prima di parlare di dieta e di sport deve imparare a mettersi davanti allo specchio ed apprezzarsi. Che non deve piacere agli altri, ma a sè stessa e questa è l'unica cosa che conta. Anche se sarà la più difficile, non deve mai smettere di provarci. E che deve partire piano, che i difetti la rendono unica, ma anche i pregi e che ce ne sono tanti. Solo che lei non sempre li vede.

Vorrei dirle di non coprirsi in spiaggia e di correre contro il vento esattamente come si sente di fare in montagna.

Che la pancetta un tempo era il letto morbido di Penny.

E vorrei dirlo anche a tutti voi che nel sondaggio di oggi avete ammesso di non esservi sentiti a vostro agio col vostro corpo almeno una volta, o forse sempre.

We're beautiful.


Oggi non servono hashtag.




10 views0 comments

Recent Posts

See All