Saronno

Legnano

Seveso

Elena Tramacere

Biologa Nutrizionista

  • Facebook
  • Instagram Icona sociale

© 2017 by Elena Tramacere. All Right Reserved

RISOTTO ALLO ZAFFERANO..con il tocco in più!

13 Sep 2018

Ho sempre amato il "risotto giallo" come lo chiamava mia mamma. Il sapore dello zafferano è meraviglioso, così forte e avvolgente...vorrei proprio provarlo in un dolce!
Oggi l'ho usato per il classico risotto che non posso definire alla milanese perchè non c'è traccia di ossobuco nè di carne (infatti anche il brodo che ho usato era vegetale, perchè una carota, della cipolla e del sedano non mancano mai, mentre la carne in casa mia scarseggia per gusto personale).

Il tocco che ho aggiunto è stato dello speck tagliato a cubettini finissimi ed un'abbondante grattata di pepe! Ci siamo tutti leccati i baffi, provare per credere!!

 

INGREDIENTI PER DUE PERSONE

- una carota

- due gambi di sedano

- due scalogni

- due cucchiai di olio extra vergine di oliva

- cucchiaino di curcuma

- 180g di riso carnaroli

- 20g di speck 

- mezzo bicchiere di vino bianco

- due cucchiai di grana padano

- una bustina di zafferano

 

Preparare il brodo vegetale mettendo in abbondante acqua fredda la carota, uno scalogno pulito intero, il sedano e la curcuma. Portare a bollore.

Nel frattempo creare il soffritto tritando finemente lo scalogno rimasto ed aggiungendolo all'olio in una casseruola (io uso quella a fondo alto per il risotto).

Lasciare soffriggere due minuti a fuoco alto ed aggiungere il riso, mescolare per 2-3 minuti evitando che si attacchi e sfumare col vino bianco.

Una volta evaporato il vino aggiungere un mestolo di brodo e mescolare continuamente per evitare che si attacchi; quando il brodo sarà un po' asciugato aggiungerne un altro mestolo. Continuare così per una decina di minuti.

A questo punto sciogliere lo zafferano in un mestolo di brodo ed aggiungerlo al risotto.

Se il risotto a questo punto non fosse ancora cotto, aggiungere altro brodo e procedere come sopra. 

 

A cottura ultimata (circa 15 minuti totali, ma assaggiare ricordando che deve essere al dente per permettere la mantecatura) spegnere il fuoco ed aggiungere il grana per mantecare, mescolando.

Lasciar riposare due minuti, servire (a me piace bello compatto, altri lo preferisco all'onda, più brodoso e morbido) con lo speck tritato finemente e il pepe a piacere.

Buon appetito!

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Blog

In Primo Piano

Cosa mangio quando torno?

August 28, 2019

1/10
Please reload

Follow Me
  • Grey Instagram Icon
  • Grey Facebook Icon
Please reload